La Biennale 2020 slitta ancora

L’arte non si ferma. Al massimo aggiusta il tiro.

L’epidemia di Coronavirus che sta interessando la popolazione di tutto il pianeta, e in particolare quella della nostra nazione, ha avuto conseguenze su tutte le attività produttive del Paese. Il primo settore a risentirne è stato proprio quello artistico: i teatri hanno chiuso per primi, seguiti a ruota da servizi e infine esercizi commerciali. Ma, come ben sa chi del campo fa parte, il mondo non può andare avanti senza ispirazione, ed è in periodi di crisi globale che la capacità di risollevare gli animi diventa necessaria.

Questo, ovviamente, nel rispetto delle norme di buon senso.

Il 29 agosto SI SAREBBE TENUTA l’inaugurazione ufficiale

La Biennale di Architettura non fa eccezione e, dopo tentennamenti e incertezze, finalmente abbiamo la conferma: la manifestazione ci sarà, anche se durerà meno del solito. Gli organizzatori hanno preferito essere lungimiranti e fare in modo che l’emergenza sanitaria rientri del tutto prima di partire. La cerimonia d’inaugurazione si terrà alla fine dell’estate, anziché in maggio, il 29 agosto per la precisione. Resta fissata al 29 novembre la data di chiusura.

Sarà una kermesse insolita senza dubbio, non solo per le condizioni in cui sarà realizzata, ma anche per l nuove prospettive che, auspicabilmente, queste settimane di isolamento e solitudine ci avranno dato modo di scoprire.

Maggio 2020: è ufficiale, la manifestazione slitterà di un anno

Con una nota sul sito web ufficiale è stato annunciato che la 17esima edizione della mostra slitterà di un anno. La Biennale di Architettura, curata da Hashim Sarkis, è stata alla fine posticipata al 2021, da sabato 22 maggio a domenica 21 novembre.
A causa di questa esigenza, la 59esima Esposizione Internazionale d’Arte, curata da Cecilia Alemani, che si sarebbe dovuta svolgere nel 2021, è stata a sua volta posticipata al 2022.

Una scelta difficile ma necessaria per l’organizzazione, data l’impossibilità di realizzare un evento così complesso nei tempi prefissati e nel rispetto delle norme logistiche e organizzative dettate dall’emergenza Covid.

eggi anche: Lifestyle e tendenze: il nuovo millennio è donna!

Condividi: